Deutsch Englishfrançais
PITTURA
contatti

Secessione

Quando si parla di Arte della Secessione (dal lat. Secessio – separazione), ci si riferisce a gruppi di artisti che si sono staccati consapevolmente dall´arte ufficiale ed accademico. Come nel "Gothic Revival" dell´ Istorismo ci si pone contro l´uniformità formale della produzione industriale. Si può riconoscere come pensiero di fondo la lotta contro la produzione di massa, che potrebbe anche costituire una minaccia per l´individualità dell´uomo.
L´ Arte della Secessione si contrappone però nello stesso tempo alla molteplicità istoristica di stili passati, mentre si rivolge prefiribilmente a motivi vegetali stilizzati. Una carattteristica del movimento è la grafica che si rifà particolarmente alla linea ornamentale di cui è un esempio la xilografia a colori di Peter Behrens "il bacio", dove si intersecano forme e linee floreali. I movimenti secessionisti hanno inizio verso la fine del XIX secolo nei centri artistici europei; in Germania nasce lo Jugendstil, che trae la sua denominazione dalla rivista "Jugend". I principali centri dello Jugendstil sono Monaco, Berlino, Darmstadt. In Italia si verifica il liberty a partire dall´esposizione di Torino del 1902. In Francia e nel Belgio la secessione si chiama "Art Nouveau" e si identifica soprattutto nella reazione all´Impressionismo. In Inghilterra la nuova tendenza si sviluppa a partire dal movimento dell "Arts and Crafts" di William Morris.
Il centro austriaco è Vienna, dove la corrente è denominata "Wiener Secession". Le personalità più autorevoli sono Gustav Klimt che si acquistò la fama di portvoce della Secessione viennese e Joseph Maria Olbrich che costruì a Vienna l´edificio della Secessione, il "Tempel der Bewegung" (il tempio del Movimento).
La caratteristica del movimento della Secessione è appunto il distacco di pittori, scultori, architetti dell´arte ufficiale. Il loro scopo è il raggiungimento di un concetto di Arte unitario e quindi la realizzazione di un´opera d´arte totale.
Anche l´artigianato si inserisce nell ornamentazione floreale dell´arte dessa secessione. I maggiori esponenti del movimento sono: Peter Behrens, Antonio Gaudì, Victor Horta, Carl Fabergé, Gustav Klimt, Koloman Moser, Alfons Mucha, Walter Maria Olbrich, Franz von Stuck, Fritz von Uhde, Henry van de Velde, Otto Wagner.


Artisti affini:  Grosz, George  |  Putz, Leo