Deutsch English fran├žais

Simbolismo



Il Simbolismo è una corrente stilistica che si manifesta nel periodo che va dal 1885 al 1920 e che fa uso di interpretazioni ed espressioni simboliche. In un certo senso il Simbolismo è da intendere come reazione all´Espressionismo, che tende preferibilmente a far risaltare l´effetto di superficie degli oggetti; invece il Simbolismo attribuisce alla materia raffigurata un significato più profondo mediante il simbolo. Allo stesso modo il simbolismo si contrappone al Realismo: infatti nel Realismo gli artisti simbolisti notano l´essenza di profonditá spirituale che un´opera d´arte dovrebbe esprimere. Il simbolismo è un indirizzo stilistico non del tutto autonomo, in quanto l´affinità è limitata ad un senso della vita simile per pittori e letterari, nonché as un significato celato dietro ai motivi trattati. Il termine simbolismo è usato la prima volta nel 1886 in Francia da Jean Moréos per una corrente letteraria, soprattutto lirica, i cui maggiori esponenti sono Baudelaire, Mallarmé, Verlaine e Rimbaud.
Per quanto riguarda l´arte figurativa le origini del Simbolismo risalgono al XVIII secolo nelle opere di artisti come Francisco Goya, William Blake o Johann Heinrich Füssli, per i quali sogno, presagio ed ossessione hanno grande importanza. Moivi ripresi dall´antichità e dalla religione acquistano un altro significato.
Il simbolismo alla fine del XIX secolo presenta numerosi paralleli con lo Jugendstil, mentre sotto altri aspetti funge da precursore dell´Espressionismo. Inoltre i Simbolisti anticipano anche il Surrealismo. Gli artisti più importanti sono: Arnold Böcklin, Pierre Bonnard, Maurice Denis Fernand Khnopff, Max Klinger, Gustave Moreau, Edvard Munch, Giovanni Segantini, Franz von Stuck, Michail Alexandrowitsch Wrubel, Edouard Vuillard.


Fine Art Auction


Axel Hütte
Starting bid: 1,500 EUR

Protezione Dati contatti