Deutsch Englishfrançais
PITTURA
contatti

Simbolismo

Il Simbolismo è una corrente stilistica che si manifesta nel periodo che va dal 1885 al 1920 e che fa uso di interpretazioni ed espressioni simboliche. In un certo senso il Simbolismo è da intendere come reazione all´Espressionismo, che tende preferibilmente a far risaltare l´effetto di superficie degli oggetti; invece il Simbolismo attribuisce alla materia raffigurata un significato più profondo mediante il simbolo. Allo stesso modo il simbolismo si contrappone al Realismo: infatti nel Realismo gli artisti simbolisti notano l´essenza di profonditá spirituale che un´opera d´arte dovrebbe esprimere. Il simbolismo è un indirizzo stilistico non del tutto autonomo, in quanto l´affinità è limitata ad un senso della vita simile per pittori e letterari, nonché as un significato celato dietro ai motivi trattati. Il termine simbolismo è usato la prima volta nel 1886 in Francia da Jean Moréos per una corrente letteraria, soprattutto lirica, i cui maggiori esponenti sono Baudelaire, Mallarmé, Verlaine e Rimbaud.
Per quanto riguarda l´arte figurativa le origini del Simbolismo risalgono al XVIII secolo nelle opere di artisti come Francisco Goya, William Blake o Johann Heinrich Füssli, per i quali sogno, presagio ed ossessione hanno grande importanza. Moivi ripresi dall´antichità e dalla religione acquistano un altro significato.
Il simbolismo alla fine del XIX secolo presenta numerosi paralleli con lo Jugendstil, mentre sotto altri aspetti funge da precursore dell´Espressionismo. Inoltre i Simbolisti anticipano anche il Surrealismo. Gli artisti più importanti sono: Arnold Böcklin, Pierre Bonnard, Maurice Denis Fernand Khnopff, Max Klinger, Gustave Moreau, Edvard Munch, Giovanni Segantini, Franz von Stuck, Michail Alexandrowitsch Wrubel, Edouard Vuillard.