Deutsch Englishfrançais
PITTURA
contatti

Romanticismo

Il Romanticismo nelle arti figurative comprende l´epoca che va dal 1790 al 1830. Si sviluppa accanto al classicismo e si interseca con esso. Il Romanticismo in effetti non è uno stile unitario sia dal punto di vista dei contenuti sia da quello delle varie rilevanze nazionali; piuttosto si tratta di un movimento a carattere internazionale, che si colloca nel critico periodo storico tra Rivoluzione e Restaurazione. Caratteri comuni sono altresì l´accentuazione del lirismo e del sentimento e la preferenza per il passato nazionale. In questo contesto si verifica un primo interesse per il linguaggio formale del Medioevo, che poi troverà nell´istorismo il suo massimo sviluppo. Anche l´abbandono mistico alla Natura diventa un motivo fondamentale del Romanticismo: la Natura è intesa, grazie anche alla corrente filosofica del Pnateismo, come manisfestazione di Dio. In essa l´uomo può riandare alle proprie origini.
Sulla base di questo scenario intellettuake la denominazione "Romanticismo" si collega etimologicamente alla locuzione "riferito al romanzo" ed aveva in un primo momenta un significato negativo a causa della tematica spesso fantastica o avventurosa del romanzo. Al contrario del classicismo accademico e nazionalistico, il Romanticismo deluso dai risultati della Rivoluzione, ad un pubblico borghese. La razionalità dell´Illuminismo viene criticata, mentre Jean Jacques Rousseua proclama che l´artista dovrebbe esprimere le proprie impressioni presonali dichiaratamente. L´osservatore deve sperimentare con i propri sensi il messaggio emanato dell´opera d´arte e trasformarlo soggettivamente; non è più necessaria una chiave intellettuale per decifrare le tematiche. Gli ideali del Romanticismo si manifestano in maniera più immediata in pittura. In Inghilterra domina il paesaggio: si osservano i fenomeni naturali, la cui realizzazione pittorica avviene mediante un ductus movimentato e colori pastosi. In generale il colore è rivalutato in contrapposizione allo stile lineare del Classicismo, in William Turner poi prende addiritura il soppravvento sulla forma. Anche in Germania il paesaggio ha un ruolo preponderante: in Caspar David Friedrich la figura umana compare soltanto di spalle, così da fornire all´osservatore una possibilità di identificazione. La distribuzione del colore, in modo diverso rispetto all´Inghilterra, diventa trasparente, il tratto è quasi invisibile. In Caspar David Friedrich poi si trova una complicata simbologia, contrariamente alle idee comuni del movimento. A tutto ciò si contrappone la Francia. I temi prediletti non sono paesaggi idillici, bensì soggetti tragici, come eventi drammatici, epici o carastrofici. Anche qui il colore acquista un ruolo autonomo. La diffusione della luce non è a vantaggio della chiarificazione delle forme, ma contribuisce alla drammatizzazione dello scema. In tal senso anche la composizione diventa più movimentata.
Artisti romantici sono: John Constable, Eugène Delacroix, Caspar David Friedrich, Johann Heinrich Füssli, Theodore Géricault, Philipp Otto Runge, William Turner