Deutsch Englishfrançais
PITTURA
contatti

Carlo Alfano

Carlo Alfano nasce il 22 maggio 1932 a Napoli, dove vive e studia all’ABA prima di diventare pittore, disegnatore ed esponente dell’arte intermediale. A partire dagli esordi nella pittura figurativa informale, dopo il 1962 Alfano approda a forme geometriche per mezzo di cilindri metallici che restituiscono riflessi distorti.
L’artista ambisce a dare forma al tempo nello spazio ed estende la riflessione bidimensionale delle forme fino a ottenere composizioni tridimensionali ambientali tramite riflessi di luce in movimento. Dalla fine degli anni Sessanta Carlo Alfano diventa famoso in breve tempo grazie ai suoi progetti audiovisivi, come le opere "Stanza per voci" e "Archivio delle Nominazioni" (1969) quale esperienza complessa di testi narrati accompagnati da pittura e disegno scritturali. Tra il 1969 e il 1990, anno della sua scomparsa, lavora al ciclo dei "Frammenti di un autoritratto anonimo", un’autoanalisi in forma dialogica fatta di caratteri, numeri e gruppi di segni descritti minuziosamente e composti con un ritmo equilibrato.
Dall’inizio degli anni Ottanta, l’artista si dedica più che altro alla pittura concentrandosi sul rapporto luce-buio.