Deutsch Englishfrançais
PITTURA
contatti

Pointillismus

Il Pointillismo (dal francese point = punto) definisce una forma del Neoimpressionismo e si colloca tra il 1880 ed il 1910. Mentre la pittura impressionista si concentra sulla sensazione fugace, sull´azione del colore, sugli stati d´animo e quindi fa prevalere la rappresentazione sull´oggetto rappresentato, i Pointillisti spingono al limite il significato del colore. In questo contesto assumono in´importanza decisiva i complessi procedimenti ottici che sono stati oggetto di ricerca in quegli anni. Infatti la teoria ottica fondata su basi scientifiche si occupa di scomposizione del colore in piccole particelle, partendo dal principio che le suddette particelle prese dapprima singolarmente si fondono e convergano nell´occhio dell´osservatore secondo la legge del contrasto complementare a formare l´immagine complessiva. Il contrasto complementare risulta da un colore composto di due colori fondamentali e dal singolo colore non compreso nella combinazione. (Verde/ rosso, violetto/ giallo, arancione/ blu).
Per questo motivo gli artisti del Pointillismo fanno uso prevalentemente di colori puri. Poichè i colori complementari aumentano la loro luminosità, se li si accosta, uno dei fondatori del Pointillismo, Georges Seurat, chiamò la sua maniera pittorica "chromo- luminarismo". Furono in seguito i critici a ridenominare questo stile Neoimpressionismo, Divisionismo o appunto Pointillismo. L´ultima è anche la denominazione più appropriata, in quanto corrisponde al linguaggio formale. I Pointillisti riducono le particelle di colore a piccoli punti, formando un reticolato basato sul concatenamento dei singoli tocchi di colore, che poi si compone in una forma armonica. Dal momento che questo stile si basa esclusivamente su una teoria ottica e la scelta dei colori è puramene scientifico, l´opera può essere eseguita totalmente in atelier. Infatti questi artisti si staccano decisamente dalla pittura plein air, propria degli Impressionisti.
Fondatori del movimento sono: Georges Seurat e Paul Signac; ma molti artisti hanno sperimentato questa tecnica, come Bazille, Dufy, Matisse, Sisley e Vlaminck.